L'azienda

clicca per ingrandire MaCle
clicca per ingrandire MaCle
press to zoom

La MA.CLE. è un'azienda nata nel 1990 da un’ idea di Clemente Mazzone, giovane imprenditore di origine Campana trasferitosi nel sud pontino con l'idea di creare un’azienda “naturalmente competitiva” un sogno oggi divenuto realtà grazie alla caparbietà e al modo di operare che lo proiettava oltre il "proprio orto".L'esperienza maturata in questi anni ha portato l'azienda a lavorare i prodotti in modo sempre più naturale, puntando sulla ricerca. L'azienda prendeva forma seguendo dei principi logici, dalla collocazione delle strutture "serre" alla scelta dei terreni, alla consapevolezza di appartenere ad un territorio incontaminato.

La nostra azienda adotta tecniche d’agricoltura sostenibile (eco-compatibile o integrata) privilegiando pertanto quei processi naturali che consentono di preservare la “risorsa ambiente”, evitando così il ricorso a pratiche dannose per il suolo (come le lavorazioni intensive) e a sostanze chimiche (pesticidi, ormoni, ecc.) e utilizzando fonti energetiche rinnovabili.

Produciamo per GDO e rivenditori,la produzione è strutturata per sopperire a richieste durature nel tempo inquanto, le tecnologie adottate ci permettono di garantire perennememte il prodotto in tutti i mesi dell' anno.

Gestiamo l'intera filiera dalla semina a lla consegna presso il punto vendita, operando nel pieno rispetto produttivo.

L'azienda è strutturata su tre diverse aree, posizionate nella piana fondata, ed ha a disposizione produzione coperte in serre di ultima generazione, e campi aperti sia coperti che scoperti.

La lavorazione o "finitura" permette di personalizzare a richiesta anche il pakaging, con formati richiesti.

Tipologia di fornitura in pakaging in cartone:

  • Cartoni 30x40

  • Cartoni 30x50

  • Cartoni 40x60

Il Territorio

La Piana di Fondi è quel territorio del Lazio meridionale (Provincia di Latina) che a sud della campagna Romana si estende dai Monti Lepini, Ausoni e Aurunci sino al 

mar Tirreno, includendo il golfo di Terracina e, più a sud, la pianura di Fondi fino a Sperlonga.

 

La Piana di Fondi, che si sviluppa per quasi 90 kmq, è compresa tra i paesi di Monte S.Biagio e Sperlonga, anch’essi attraversati dalla statale Appia. 

Anticamente la Piana di Fondi e Monte San Biagio dedita all’agricoltura era solo quella della fascia pedomentana mentre la parte pianeggiante era costituita prevalentemente da terreni paludosi e malsani ricoperti da boschi (Selvavetere) e a prati adibiti al pascolo bovino e bufalino. 

Nel 1934 la Piana di Fondi, dopo che erano state intraprese opere sistematiche di bonifica idraulica, entrò a far parte della Provincia di Littoria. Questa (oggi provincia di Latina) fu realizzata attraverso l’accorpamento dell’Agro Pontino con l’area di Fondi, Formia e Gaeta già appartenute alle Terre di Lavoro. 

 

Le ottimali condizioni pedoclimatiche, la disponibilità irrigua, fanno dell’Agro Pontino e della Piana di Fondi una delle aree a più alta diversificazione e specializzazione produttiva agricola della Regione. 

In particolare l’orto-frutta è il settore che unisce nel tempo la tradizionale coltivazione di specie orticole e frutticole tipiche della fascia pedemontana dei Lepini, Ausoni, Aurunci e del sud pontino (dal carciofo di Sezze agli agrumi di Fondi) e le attuali coltivazioni intensive e fortemente specializzate: l’actinidia tra i fruttiferi, e l’ampia varietà di ortaggi che interessano da nord a sud, in coltura protetta e in pieno campo.

clicca per ingrandire territorio
clicca per ingrandire territorio
press to zoom